Gli orologi molli

 

La persistenza della memoria“, anche conosciuto come gli orologi molli di Dalì, è certamente uno dei quadri che più mi hanno suggestionato in gioventù. Mi ha sempre dato da pensare come a volte certe intuizioni in mano a certi geni del calibro di Dalì (o di Schubert, o di Le Corbusier, …) possano prendere forma in così poco tempo e con tanta capacità. Dalle interviste a Dalì ad esempio il maestro ci spiega come gli “orologi molli” siano nati (a mio dire, me ne assumo la responsabilità) quasi per noia, in attesa che la moglie tornasse dal cinema o chissà da dove, non ricordo bene, in un paio di ore. Non tutte le opere nascono così … a dire il vero spesso sono frutto di mesi dedicati ad esse, se non anni. Resta il fatto che il loro valore artistico possa davvero essere paragonabile indipendentemente dalla difficoltà nel raggiungere l’obiettivo prefissato dall’artista. Leggi tutto “Gli orologi molli”